Translate

sabato 17 maggio 2014

Figatello di tonno di Favignana e birra Flea Bianca Lancia


Carissime amiche ed amici benvenuti, Maggio è un mese meraviglioso, specialmente perché le primizie di questo periodo sono veramente tante.  Il figatello o lattume è un prodotto ittico tipico siciliano e sardo impiegato nella cucina locale. Nella denominazione figatello è stato ufficialmente riconosciuto e inserito nella lista dei prodotti agroalimentari tradizionali italiani (P.A.T) del Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali (Mipaaf)


Tipico della Sicilia, in particolare delle zone di Trapani, Palermo e Siracusa, è l'equivalente maschile della bottarga, generalmente di tonno o di ricciola. La differenza è sia nel gusto che nel colore, rosa carneo nel lattume e arancione nella bottarga.
È una preparazione rara e e di alta gastronomia. Può essere impiegato per condire paste, insalate o consumato direttamente fritto. Nella cucina trapanese si usa anche sotto sale.

È molto importante conoscerlo e saperlo scegliere. Quando è presente nel banco del mercato si ha la certezza che il tonno è fresco.

Ingredienti:
  • circa 500 g. di Figatello o Lattume di tonno
  • foglie di alloro
  • 2 uova
  • formaggio Grana Padano grattugiato
  • prezzemolo
  • farina bianca
  • pangrattato
  • olio per friggere
  • limone
  • 2 foglie di lattuga cristallina per decorare il piatto da portata
Procediamo in questo modo:
In un tegame abbastanza capiente lessiamo il figatello con alloro e sale, basteranno 15/20 minuti a fuoco moderato. Scoliamolo e tagliamolo a fette sottili di circa 5 mm, con un coltello affilato, facendo attenzione a non rovinarlo, poiché è molto delicato. Per eliminare l'umidità eccessiva delle fettine, passiamole per prima nella farina bianca,  poi  in uovo, con formaggio e prezzemolo, quindi paniamole con del pangrattato.
Ora, procediamo con la frittura che deve risultare dorata e croccante. 


Ecco  come si presenterà il piatto



Ecco un abbinamento ideale per questa ricetta particolare, oggi ho scelto la 
Bianca Lancia
BIRRA BIANCA



Birra chiara puro malto prodotta con malto d' orzo e malto di frumento, dal gusto fresco, leggermente acidula, molto fruttata e poco amara, speziata, schiuma compatta, cremosa e aderente.

Grado Plato (°P ) di partenza: 13
Grado alcolico: 5
Temperatura di servizio: 4 - 6
Caratteristiche: non filtrata, non pastorizzata
Fermentazione: alta, rifermentata in bottiglia
Colore: giallo velato
Abbinamenti: Pietanze a base di carne tendenzialmente grassa tipo porchetta, wurstel, salumi stagionati, pesce, formaggi stagionati anche erborinati, sostituisce egregiamente il prosecco negli aperitivi.







La Storia

Erede della prestigiosa aristocrazia piemontese, Bianca Lancia fu, tra le quattro mogli di Federico II, quella che, secondo la tradizione, il sovrano amò di più. La relazione tra i due fu segreta e tormentata, ma tanto profonda e appassionata da essere l'unica - almeno stando alle cronache e alle leggende popolari - a durare lungo tutta la vita dell'imperatore.
Delicata e gentile, Bianca fu in effetti durante la sfolgorante vita di Federico una presenza sempre costante e discreta. Si dice che il matrimonio avvenne soltanto alla fine della vita della donna, al fine di legittimare la posizione e l'ascesa politica del figlio nato dalla loro unione anni prima, quel re Manfredi('biondo era e bello di gentile aspetto', sempre secondo Dante) che fu l'ultimo splendido re svevo di Sicilia. 








Vi invito a visitare il sito di Birra Flea 

E la loro Pagina Facebook



Questa ed altre ricette vi aspettano come sempre nel mio blog 
e nella mia pagina Facebook In Cucina con Violetta 
mettete tanti mi piace per rimanere sempre aggiornati sulle ultime novità
Ciao!