venerdì 10 aprile 2015

Pasta c'anciova e muddica atturrata


La cucina palermitana è una cucina tipicamente povera ma ricchissima di calorie.
Folcloristica con la sua stragrande varietà di cibi da strada. 

Il "cibo da strada", è ancora largamente diffuso, e rappresenta perfettamente i gusti di noi palermitani. 
Molto presente anche la cultura e la tradizione culinaria araba.  Strani, bizzarri e stravaganti sono anche i termini e le parole che usiamo per descrivere i cibi. 

'A pasta c'anciova , nei miei ricordi di bambina, quando la preparava mia madre, era per me un giorno di grande festa, perché 'a muddica atturrata era una vera prelibatezza. Cucchiaiate di muddica atturata (pangrattato che si faceva abbrustolire con poco zucchero in una padella) e le "passole" (uva passa) erano un motivo continuo di richiesta da parte mia. 
Mia madre puntualmente doveva ripetermi la fatidica frase: "ora basta!"...
Il sugo di pomodoro si preparava con "astrattu" che è un concentrato di pomodoro. Mia madre lo acquistava al mercato di Ballarò dove la stragrande maggioranza dei palermitani fa la spesa. Al mercato lo si può trovare ancora oggi, e si parla di quello fatto artigianalmente, fatto all'antica come diciamo noi.
Nel paese in cui vivo, si prepara ancora oggi, infatti in estate è facile vedere chi fa asciugare al sole sopra grandi tavole di legno la salsa di pomodoro mista al sale, mescolandola spesso per fare sì che asciugandosi la si rende quasi una pasta molle e molto malleabile.

Infatti la vera pasta c'anciova si fa con "astrattu" e non con il concentrato in lattina.

Ingredienti:
Muddica atturrata (pangrattato tostato con un cucchiaio scarso di zucchero) 
1 cucchiaio di "astrattu" (estratto di pomodoro)
2 spicchi d’aglio
qualche filetto di acciuga o sarda salata
uva passa  e pinoli
olio extravergine d’oliva.

Affettiamo  gli spicchi d'aglio e li facciamo soffriggere in olio d'oliva (olio EVO) aggiungiamo i filetti d'acciuga che si scioglieranno totalmente lasciando solo il sapore. Aggiungiamo l' "Astrattu" e lo facciamo sciogliere aggiungendo un poco di acqua di pasta poco alla volta. Le passoline e i pinoli quindi, lasciamo cuocere il sugo di concentrato di pomodoro. A parte in una padella facciamo tostare la mollica di pangrattato con lo zucchero, a fuoco lentissimo, mescolando spesso per non farla bruciare! Lessiamo la pasta al dente, scoliamola  e condiamola con il sugo ottenuto (Astrattu) la mollica tostata (muddica atturrata) e il formaggio caciocavallo grattugiato (a piacere)

Vi potrebbe anche interessare la Pasta con Sarde e Finocchi
la ricetta la trovate quì --------------> 
http://incucinaconvioletta.blogspot.it/2014/11/la-pasta-con-le-sarde-pasta-chi-sardi.html

Questa ed altre novità vi aspettano come sempre nel mio blog
e nella mia pagina Facebook In Cucina con Violetta
Mettete tanti mi piace per rimanere sempre aggiornati sulle ultime novità 
Ciao!

Anche loro fanno parte della famiglia

amazon