martedì 3 dicembre 2013

Arancine o Arancini?


L'arancìnu o arancina è una dî spicialità di la cucina siciliana ntra li cchiù canusciuti. Si tratta di na palla di risu, di 8-10 centìmitri, jincuta di na cumpusizzioni di sarsa, di furmaggiu picurinu, nu pezzu nicu di carni e, a voti, nu quartu di ovu duru o piseddi, lu tuttu misu a friiri nta l'ogghiu. Na vota ca lu risu pigghia lu culuri di n'arancia, si pô nèsciri e si pô manciari.




La forma cancia a secunna di li zoni: ntâ zona di Palermu, pigghia la forma di na badduzza tunna e si chiama arancina; ntâ zona di Catania pigghia la forma di na palla pizzuta e si chiama arancinu.

Lu pirsunaggiu di li libbra di Andrea Camilleri, lu cummissariu Montalbanu, è un manciaturi di arancini e fôru sti libbra a fari accanùsciri l'arancini nta tuttu lu munnu.



A parti chidda tradizziunali, ci sunnu àutri tipi: ô burru, chî funci, chî spinaci, chî milinciani (chiamatu a la Norma, comu l'òpira immurtali di lu granniVicenzu Bellini). A Palermu si usa puru farli duci pri la festa di Santa Lucia (lu 13 dicèmmiru) câ gianduja o câ ciccolatta. 



«E gli arancini? Un mistero nel mistero! Sono arancine "femmine" a Paliermu; su arancini "masculi" a Trapani, a Catania...» (E l'arancini? 'Nmisteru ndo misteru! Su' arancine "fimmini" a Palermu; su' arancini "masculi" a Trapani, a Catania); talìa Franco Zanet, Massimo Salani, Ilario Manfredini, Roberta Cafuri, Elisa Castorina, Fabio Malvaso e William Bonapa, Quaderni del Bobbio, n. 2 anno 2010, p. 85. Ndo 1857 a Paliermu si cunsumaunu badduzzi duci chiamati arancinu; talìa pri l'asempiu Giuseppe Biundi, Dizionario siliciano-italiano, Fratelli Pedone Lauriel, 1857, p. 32: Arancinu, s.m. dim. di arànciu: e dicesi fra noi una vivanda dolce di riso fatta alla forma della melarancia (e si dici di nuautri 'na vivanna duci di risu faciuta câ forma d'arancìu).
 (Tratto da Wikipedia)


Ingredienti:
Riso lessato con poco sale e scolato... quantita?... quanto ne volete, più ce n'è e meglio è!
Condimeno... tutto quello che volete! 
... si infatti si possono riempire a secondo del gusto
con carne tritata, piselli, prosciutto, mozzarella, o besciamella, o funghi, o spinaci al burro e pezzetti di formaggi, con Nutella, con cioccolato tradizionale, al latte, oppure cioccolato bianco.
Insomma, sta alla vostra fantasia e al vostro gusto personale, anche se le più comuni che potrete trovare nelle rosticcerie di Palermo e della Sicilia sono principalmente l' Arancina al burro e prosciutto e l'Arancina alla carne.


Buon appetito e Alla prossima ricetta con Violetta!
Questa ed altre novità vi aspettano come sempre nel mio blog
In cucina con Violetta
e nella mia pagina Facebook In Cucina con Violetta
Mettete tanti mi piace per rimanere sempre aggiornati sulle ultime novità
Ciao!

Anche loro fanno parte della famiglia